TI AMO


Hai mai pensato che “Ti amo” sia la più grande bugia che una persona possa dire? Voglio dire, una persona che vive in Questo Mondo…

Perchè una persona che non ha veramente raggiunto la qualità dell’Amore Assoluto deve dire “ti amo” a qualcun altro? Visto che in Questo Mondo comanda l’intenzione di ricevere, la prima bugia sta nel fatto che non sto proprio Amando per nulla. Ma uno potrebbe anche essere giustificato dal fatto che non sa ancora cosa sia Amare, per cui usa una parola in modo improprio per esprimere un’altra sensazione, che si chiama “ti voglio“. Ecco, così suona meglio.

La seconda bugia sta nel fatto che Amare non è un azione, è uno stato d’animo. In Questo Mondo non facciamo un azione che non ci porti un qualche vantaggio e quando pensiamo di stare facendo un azione chiamata “amare” stiamo in realtà cercando di controllare l’affetto di un altra persona, stiamo cercando di capire se possiamo avere il controllo sul suo cuore. E qui siamo schiavi di mille calcoli, il nostro “amore” può finire da un momento all’altro non appena uno di questi calcoli restituisce “zero”. E facciamo di tutto per cercare di far quadrare i conti come vogliamo noi diventando preda di gelosie, diffidenza, possessività, orgoglio… Altro che Amore..!

Ma quando si raggiunge veramente lo stato d’animo chiamato “Amore“, non c’è più bisogno di dirlo per convincere e convincersi che sia vero, si Ama e basta e questo da solo da una gioia infinita, questa gioia si chiama “Libertà“. Non devo più fare nessun calcolo per decidere quanto dare, non ho bisogno di ricevere qualcosa in cambio, sono felice per il solo fatto di dare. In Questo Mondo ci si può comportare come se si fosse capaci di amare, ma solo quando si raggiunge la qualità dell’Amore si può cominciare davvero ad amare e non si ha nemmeno più il bisogno di dirlo o di farlo sapere.

La cosa più difficile è spegnere la macchina che fa i calcoli e rimanere soli con la propria anima e sentire cosa vuole. Vuol dire smettere di raccontarsi delle bugie o, come dicono i Kabbalisti, fare una “restrizione” (Tzimtzum). Se ci si riesce si è finalmente liberi di capire cosa si desidera davvero e di ammettere che tutti i propri calcoli non serviranno mai a nulla per appagare la nostra anima, perchè la nostra anima vuole semplicemente… Amare, senza nulla in cambio. Questo stato d’animo si chiama “preghiera” e si accetta finalmente che qualcosa dall’esterno faccia il cambiamento dentro di noi, qualcosa che chiamiamo “Luce”.

Non c’è libertà più grande che Amare qualcuno senza avere più bisogno di ricevere qualcosa in cambio…


Soul Juice


Share this post :
Previous
Next Post »

1 commenti:

Click here for commenti

Lascia un tuo pensiero :-)